Rivista online

5 PERCORSI IMPERDIBILI IN CAMPANIA

Tipo di attivitàEscursioni, gite, Passeggiate
RegioneCampania

Condividi

5 PERCORSI IMPERDIBILI IN CAMPANIA

5 Percorsi imperdibili in Campania – Napoli ed il calore della gente, la Costiera, le isole del golfo, la pizza, i limoni, il ragù…
La Campania è un posto ricco di attrazioni, sia di mare che di montagna.

Insomma, l’intera regione ha una storia tutta da raccontare: la mitezza del suo clima, la magia della costa bagnata dalle acque blu del Mar Tirreno che circondano anche isole di rara bellezza come Capri, Ischia e Procida, la ricchezza della sua arte con il suo patrimonio culturale e storico in luoghi come Paestum, Ercolano, Pompei o la Reggia di Caserta rendono la Campania una meta ideale da vedere ed esplorare.

1. SORGENTE SAMMARO

Avete mai sentito parlare del Cilento?
Il Cilento è una delle zone meno conosciute e più sottovalutate d’Italia.
Si trova nella zona meridionale della Campania, sospeso tra mari e monti nella provincia di Salerno. L’area, patrimonio UNESCO dal 1998, nasconde spiagge segrete, sorgenti e ruscelli, borghi di pescatori ed importanti testimonianze archeologiche.

La fonte del Sammaro è uno dei paesaggi naturali più belli del Cilento, con le sue sorgenti e le sue gole. Le Sorgenti Sammaro le troviamo a valle del paese Sacco. Bisogna scendere in auto fino ad un sentiero del Parco Nazionale del Cilento che accompagna i visitatori presso questo spettacolo naturale.

Qui ci ritroviamo presso una grande gola all’interno della roccia calcarea tipica del Cilento Interno. All’ingresso della Gola troviamo un’area in cui sostare dove sono presenti i resti di un antico mulino. Qui l’acqua forma un piccolo lago turchese dove i più coraggiosi potranno tuffarsi e bagnarsi.

2. SENTIERO DELLE ACQUE

 

Per i 5 percorsi imperdibili in Campania non potevo non parlare del Sentiero delle Acque di Acerno, comune della provincia di Salerno.

Per gli amanti del trekking e dei boschi, questo particolare itinerario boschivo è assolutamente da provare. Si parte dal comune di Acerno (SA) per arrivare in un bosco di alberi di castagni, da qui si passa di fianco a stretti ruscelli, sorgenti d’acqua pura ed infine al letto del torrente Astratto. Camminando tra 700 e 900 m sul livello del mare, sarà possibile scorgere la sagoma del paese allontanarsi per poi ritornare nel borgo. La lunghezza è 11 chilometri, tempo di percorrenza più di 5 ore.

3. GROTTA DI SEIANO E PARCO DEL PAUSILYPON

Ci troviamo a Bagnoli, un quartiere della periferia occidentale di Napoli, dove inizia il percorso verso l’antica area archeologica del Pausilypon. Partendo dalla monumentale Grotta di Seiano, una meravigliosa galleria artificiale che congiunge Bagnoli con il vallone della Gaiola, ci si ritrova immersi in uno spettacolare parco archeologico dove la villa romana, il teatro e l’odeon sono ancora perfettamente conservati. Se visitate il sito durante l’estate avrete la possibilità di fare immersioni, snorkeling oppure un bagno.

4. L’ANTRO DELLA SIBILLA

Uno dei 5 Percorsi imperdibili in Campania è senz’altro quello dei campi Flegrei e Cuma, ricca di storia e leggende.

Stando alla descrizione di Virgilio, a Cuma risiedeva la leggendaria sacerdotessa di Apollo, la Sibilla cumana. La città di Cuma era la più antica colonia greca d’occidente, sede di importanti santuari religiosi e templi, ai quali si affiancò in età romana il foro con gli edifici pubblici.

Per raggiungere la dimora della Sibilla, uno dei santuari più frequentati dell’Italia antica, si deve percorrere una suggestiva galleria scavata nel tufo. L’antro è un lungo corridoio di forma trapezoidale, scavato nel tufo, che affascina e incute timore per l’atmosfera di mistero che lo circonda.

Chi era la Sibilla Cumana?

5. IL GIARDINO SEGRETO DI VILLA AYALA

Per finire la rassegna di 5 percorsi imperdibili in Campania, vi consiglio di visitare i giardini di Villa Ayala, nel comune di Valva in provincia di Salerno. Il parco si configura come un viaggio nel passato e nel mistero: pieno di statue, fontane e piccole architetture risalenti ad epoca romana, circondati da una rigogliosa natura prorompente. A volte si ha l’idea che la natura del luogo, rappresentata anche da alberi e piante pregiate, voglia proteggere la storia, i ricordi, i misteri ed i segreti della splendida villa d’Ayala.

Mappa

Pubblicato il
23/06/2023